La mia Quarantena è differente

Diadmin

La mia Quarantena è differente

Il lavoro mi manca, come a tutti per carità, però io faccio un lavoro proprio bello in cui le clienti, che sono già belle, lo diventano ancora di più. Mi mancano, ci sentiamo per spostare gli appuntamenti, ci scambiamo le frasi di Nowzaradan, mi mostrano i post degli altri nutrizionisti e mi dicono “dacci dei consigli almeno per non ingrassare…” io? che vi dico? Fate quello che potete, con serenità, non vi stressate se non trovate il pollo e mangiate il manzo e se vi prende un po’ di ansia e vi consolate con pane e nutella…la dieta non ha la priorità in questo momento, la priorità è mantenere la salute mentale e andare avanti.
Comunque, provo a raccogliere le idee e a rispondere scrivendo qualcosa di senso compiuto.
PER NON INGRASSARE FATEVI MURARE LA CUCINA è la risposta che ho letto su WhatsApp che mi ha fatto più ridere, ma già dobbiamo stare in casa, se eliminiamo anche una stanza diventa proprio dura… non ci resta che dormire o andare in bagno…troviamo un’altra idea…
Posso raccontarvi quello che faccio io: cucino! Ecco, cucino tanto, come normalmente non faccio non avendo tutto questo tempo libero.
Vi giro solo una selezione di preparazioni light, tralasciandovi quelle “da pasto libero” e anche quelle che sono finite nell’umido.
POLPETTE VEGETALI: Ho lessato un po’ di patate, ci ho aggiunto una bieta lessata che mi guardava con occhio languido dal frigo già da qualche giorno ma non mi ispirava proprio.
Poi ci ho aggiunto una confezione di fagioli cannellini che giacevano in dispensa più o meno da ferragosto, carote lessate, sale, pepe e parmigiano… ah …anche una fetta di prosciutto cotto (ne avrei messo di più ma le bimbe se lo sono mangiato mentre mi aiutavano a prepararle).
La quantità degli ingredienti non ve la so dire precisamente anche perché potete mettere le verdure che volete, quante ne volete… schiacciate tutti gli ingredienti con la forchetta, fate delle palline, passatele nel pane grattugiato, appiattitele un po’ e cuocetele in forno per 20 minuti a 180 gradi.
Questo tipo di polpette costituiscono un piatto unico perché contengono carboidrati, proteine e pochissimi grassi relativi al parmigiano o al prosciutto cotto che mettete, il procedimento è facile e se le bimbe vi aiutano si divertono.
Erano buone? Mio marito ha detto che mangiate ad occhi chiusi lo erano anche di più… in effetti il colore non era invitante ma erano super light.
Un’altra cosa che ho fatto in questi giorni è il ciambellone alla banana. Avete presente quella banana annerita e appassita che vi guarda dal portafrutta implorando una fine dignitosa? “DEAD BANANA WALKING”? Ecco lei, proprio lei… utilizzatela al posto dei grassi nel vostro ciambellone, qualunque ricetta! Potete arrivare a sostituirci anche tre quarti del burro o dell’olio che utilizzate di solito poiché montata con lo zucchero (dimezzate anche quello tanto la banana è dolce di per sé) darà consistenza all’ impasto ma vi farà risparmiare un sacco di calorie!
Se le banane potessero fare un testamento biologico sono sicura che vorrebbero fare questa fine.
Che altro ho fatto? Pizza…700 grammi di farina, 1 dadino di lievito, un pizzico di sale e 400 ml di acqua…non mettete olio nell’impasto, non mettete latte, niente lo strutto ovviamente!! …non so neanche se ancora lo vendono da qualche parte… se lo vendono cmq mia madre ce l’ha!
Preparate la pizza con pomodorini prezzemolo e cipolle che sono buone, diuretiche e gustose (odore troppo strong? Approfittatene ora i rapporti sociali non ne risentiranno…). Utilizzate poco olio, verrà buona lo stesso… ottima anche con i pomodorini e origano; con funghi champignon; potete fare una focaccia con il crudo, una Napoli con i filetti di acciuga ma magari senza mozzarella… la pizza è una buona soluzione per mangiare qualcosa di buono, fa molto “sabato sera”, fa molto “serata con gli amici” (#lontanimavicini) ..insomma mette allegria ma fatta in questo modo e mangiata al massimo 300 gr. (stendetela parecchio… vi sembrerà di più) non fa ingrassare.
Birretta? In quarantena è consentita, anche un bicchiere di vino, magari bevetelo a stomaco vuoto nel tardo pomeriggio, più o meno all’ora della conferenza stampa di Borrelli. Un bicchiere di rosso sono circa 100 kcal è vero (a seconda della gradazione, la birra circa la metà ma di solito se ne beve il doppio) ma un po’ di alcool rilassa e toglie la fame nervosa che fa spiluccare compulsivamente fino ad ora di cena, quindi a conti fatti è un buon investimento!
A questo punto la metà di voi si saranno addormentati leggendo questo sermone, all’altra metà sarà venuta fame e voglia di mangiare polpette, pizza e dolce alla banana. Se proprio volete mangiare tutte e tre le cose e farvi anche una birretta ok fatelo…. poi però mettete un video di “funzionale” e quando avete finito… rimettetelo da capo.

Silvia Giommoni

Info sull'autore

admin administrator